Virtuale, Reale, Stabilimenti e Rete

Posted on by Luca in Senza categoria

3566123114_a119c64342_m

Giornata di inaugurazioni oggi in casa Geox.
Ho avuto il piacere di essere presente alla inaugurazione del nuovo polo logistico di Trevignano (Treviso) del gruppo calzaturiero. 250 mila metri di area industriale, grandi capannoni e l’automazione più avanzata per gestire i flussi delle merci tra fornitori e clienti di tutto il mondo, con tanto di certificazione doganale di Operatore Economico Autorizzato.

 

Ogni volta che si raggiunge un traguardo importante e che si realizza un progetto è fondamentale riuscire a celebrare e a riconoscere quanto si è fatto. In modo molto semplice e snello abbiamo potuto sentire i complimenti a Mario Moretti Polegato di autorità locali e nazionali e visitare poi la nuova sede ed ammirarne la logistica e la logica produttiva.

Nella soddisfazione della presentazione di un gruppo che coinvolge 30 mila persone in giro per il mondo, c’è stata l’enfasi nel far notare tutti gli stabilimenti industriali dedicati a Geox, come la rete dei punti vendita che coprono quasi per  intero il mappamondo.

Quello che non è stato fatto notare a sufficienza è come anche in questo caso, come in quello di Ikea o di altre grandi realtà, è che la logistica sancisce un potere di coordinamento tra attori economici di tutto il mondo che vale ben di più di un qualunque stabilimento produttivo.

Siamo troppo abituati a pensare al fare e ai prodotti fisici e rischiamo di dare più enfasi alle produzioni che non a poli di servizio come questo.
Ma se l’intelligenza è nella rete o sulle aree di connessione, un polo logistico di queste dimensioni ha un ruolo enorme nel creare un valore per l’intera filiera. Non tutti i metri quadri pesano allo stesso modo. Quelli calpestati oggi erano proprio importanti.

Commenti

commenti

Tag:, , , ,