Successione, siete pronti?

Posted on by Luca in Senza categoria

Succession, are you ready? Successione, siete pronti? è l’ultimo lavoro di Marshall Goldsmith, uno degli executive coach che mi piace di più.
La sua attenzione, come coach, è quella di aiutare la transizione dal vecchio al nuovo amministratore delegato, soprattutto quando questo è un processo interno.
Subentrare ad un amministratore senza bruciarsi prima del tempo richiede al candidato di fare particolare attenzione a 6 figure o gruppi:
a)    l’amministratore a cui si succede
chiarire l’effettiva convinzione alla promozione e le eventuali aree di miglioramento su cui lavorare
b)    i propri pari livello
non essere troppo arroganti, non essere troppo remissivi, costruire con loro un approccio di lavoro di gruppo
c)    i propri collaboratori
acquisire i loro input, magari con strumenti come la valutazione a 360 gradi, e lavorare sulle aree di criticità, sviluppare la capacità di guidare e pretendere senza mancare di rispetto
d)    i clienti
identificare con l’amministratore i clienti più importanti con cui costruire le relazioni che chiedano il coinvolgimento del vertice e costruire una relazione personale con questi
e)    gli analisti e i soci
essere prudenti e non sfidare gli interlocutori con proiezioni di business troppo ottimiste.  Se serve, dare le informazioni critiche il prima possibile
f)    il consiglio di amministrazione
capire con l’amministratore se il consiglio si aspetta qualche miglioramento, coltivare buoni rapporti con gli amministratori, comprendere se la propria visione strategica è allineata con quella del consiglio

Se queste sono ottime suggestioni per un candidato al primo posto all’interno di una grande multinazionale, la lettura di queste riflessioni mi ha portato a pensare come si possono declinare nelle dinamiche di successione delle aziende familiari.

Commenti

commenti