Piano B: Gestire Successioni in Emergenza

Posted on by Luca in Senza categoria

1403246089_7d0a1b7f5d

Il piano B è il segreto di qualunque negoziatore.
Non puoi sederti ad un tavolo negoziale senza una alternativa, altrimenti sei nelle mani della controparte.

Ma il piano B è anche il termine che possiamo usare per le soluzioni alternative a quelle ottimali, per sapere cosa fare quando le cose non vanno come le abbiamo pianificate. La gestione delle emergenze e del rischio ha avuto molta attenzione nelle grandi aziende soprattutto dopo grandi disastri, come nel famoso caso del disastro della petroliera Exxon Valdez in Alaska nel 1989.

E per quanto riguarda la successione? Già a parlare di successione si fa fatica in azienda, se sei a capo di un’organizzazione non è mai un buon momento per pianificare il suo futuro.Quando tutto ve bene non sembra necessario, quando la situazione è dura può sembrare l’ultimo dei problemi, ovvero un problema da lasciare per scaramanzia nelle mani di altri.

Ma anche quando poi si avesse un piano di successione, non è detto che questo possa andare a buon fine.
Ok, va bene, di nuovo facciamo gli scongiuri. Ma non è mettendo la testa sotto la sabbia che si risolvono i problemi, nè lasciandoli al momento dell’emergenza.

Quello che puoi fare, se sei a capo di una struttura, è quello di chiederti il grado di autonomia della tua organizzazione:

  • La tua assenza può mettere in crisi l’operatività dell’organizzazione?
  • Per quanto può funzionare la tua struttura senza il tuo contributo?
  • Sono chiare le linee di comando al di sotto della tua?
  • Se è già stato designato un sostituto quanto maturo è per prendere il tuo posto?
  • Se il sostituto designato o potenziale non è maturo quali sono le alternative interne o esterne?
Se puoi prenderti un momento di riflessione prova a chiederti queste domande, ad immaginare la tua struttura senza di te.
Un po’ macabro o sconveniente. Forse. Questo è il motivo per cui è il caso che ti faccia tu queste domande e che non le lasci ai tuoi collaboratori o ai tuoi familiari.

Commenti

commenti

Tag:, , ,