Il Premio del Coinvolgimento e le Visioni Condivise

Posted on by Luca in Senza categoria




Abbiamo già incontrato Dan Pink su TED e lo abbiamo già sentito parlare di cosa motiva veramente. Qui ci porta gli stessi concetti in un modo animato estremamente efficace. Dan ci ripete che, anche se non ci sembra intuitivo, le ricompense monetarie servono solo quando i compiti sono molto operativi.
Quando invece si chiede alle persone un contributo cognitivo di qualche tipo, i soldi più che contribuire a migliorare le prestazioni addirittura le peggiorano.
La vera motivazione parte dal coinvolgimento, dalla possibilità di esprimere i propri talenti e sentire l’importanza del proprio contributo.
Nel commento di Mario Gastaldi la focalizzazione è su tre punti: autonomia, capacità, scopo.

Qui voglio concentrare la nostra attenzione sullo scopo. Sulla necessità che chi si occupa di organizzazioni si focalizzi sull’importanza di una visione.

Una visione che deve essere offerta e che deve essere condivisa.

Trovo difficile infatti che una visione organizzativa, il senso del suo operare, possa emergere spontaneamente come somma di tanti scopi individuali ed allo stesso tempo trovo difficile che una visione espressa da qualunque vertice diventi una visione condivisa solo perchè imposta.

E allora? Come operare perchè ci sia una linea guida che permetta di aggregare le persone attorno ad una visione condivisa?

Mi pare che ci sia di mezzo la capacità di scegliere una visione e di comunicarla.

Un esempio? Enrico V e il giorno di San Crispino



(in Italiano)

e ancora più emozionante in originale




Commenti

commenti

Tag: