Gestire Emergenze e Aziende Familiari

Posted on by Luca in Family Business, Governance

gestire

Un aereo scompare nel nulla in Venezuela, i giornali riportano di quattro italiani a bordo.
Uno è  Vittorio Missoni, erede e figura di riferimento di uno dei marchi più famosi della moda italiana.
Drammi personali e familiari, che speriamo si risolvano nel migliore dei modi.
Ora leggo l’aggiornamento sul fratello Luca, in vacanza negli Stati Uniti e partito subito per il Sud-America.

Una emergenza come questa è un dramma a livello personale e familiare per chi ne è coinvolto, ma è ancora più complicata quando coinvolge una azienda familiare, in cui si fondono il sistema familiare e quello dell’impresa.
Le stesse persone provano emozioni e preoccupazioni come genitori, fratelli, figli e come soci, colleghi e collaboratori.

Se succede qualcosa ad una figura di riferimento di una azienda manageriale, i superiori o il consiglio di amministrazione possono riunirsi e decidere come agire con un coinvolgimento personale molto meno pesante di quanto non accada in una azienda familiare.

Quello stesso coinvolgimento famiglia e lavoro che è la risorsa principale di una azienda familiare, capace di dare flessibilità e velocità di risposta nel breve e condivisione di obiettivi e visione di lungo, rischia di diventare motivo di tensioni ed emozioni amplificate per la famiglia e blocco per il sistema impresa.

Per questo diventa importante condividere un piano per la gestione delle emergenze.
Cosa facciamo nel caso di un incidente? chi si occupa di cosa? chi decide? come ci muoviamo? che istruzioni diamo ai collaboratori?

E che piano abbiamo per una eventuale sostituzione? Quali sono le condizioni con cui si affronta un eventuale decisione sulla leadership? Quale il livello di fiducia, di relazione tra le persone coinvolte?

La presenza della figura del fondatore in azienda, e il clima positivo che sembra caratterizzare il caso di Missoni è una garanzia per un clima di rispetto e collaborazione. Ma se un’emergenza fa venir meno la figura del fondatore o del genitore e non si sono affrontati prima dei nodi tra soci e fratelli, l’emergenza può diventare l’inizio di gravi problemi anche per la gestione dell’impresa.

Continuiamo a sperare per Vittorio e la sua famiglia in attesa di aggiornamenti.

Commenti

commenti