E-Mail e Valutazione delle Prestazioni Elettroniche

Posted on by Luca in Senza categoria

Valutare le prestazioni dei propri collaboratori è una delle attività più importanti per garantire la crescita delle persone e lo sviluppo della produttività in azienda. Peccato sia spesso una attività relegata ai margini delle priorità, lasciata spesso agli obblighi di fine anno, quando richiesta dalla burocrazia aziendale, o gestita a fronte di emergenze o tensioni particolari e quindi comunque mal gestita.

Valutare le prestazioni richiede la capacità di dedicare tempo ed attenzione a come i collaboratori agiscono, non solo ai risultati che riescono ad ottenere ma anche al modo con cui lo fanno. E sempre più la produttività passa per un corretto uso degli strumenti di supporto che utilizziamo quotidianamente.3062892657_71356e119e

Uno stimolo interessante che colgo da un post di Michael Schrage, è quello di dedicare del tempo a valutare come i collaboratori gestiscono gli strumenti dati dalla tecnologia: e-mail, intranet e network sociali possono essere notevoli supporti alla crescita di produttività in azienda come dannosi moltiplicatori di dispersione di tempo e di risorse. Chi di noi infatti non ha avuto modo di essere coinvolto in azienda da e-mail “ping-pong” tra persone che via via per giustificare le loro posizioni aumentano le persone coinvolte in copia conoscenza? Ma, oltre a qualche regolamento di buona condotta nella gestione di questi strumenti, chi si preoccupa non solo di monitorare ma anche di stimolare la crescita della consapevolezza da parte dei nostri colleghi e collaboratori nell’uso di questi strumenti.

Michael suggerisce di fare dell’uso delle e-mail un esplicito elemento di valutazione delle prestazioni.
E senza mettere in discussione la privacy di nessuno. Piuttosto chiedendo ai collaboratori esempi di buone pratiche che possano dimostrare il modo con cui gestiscono le comunicazioni via e-mail in azienda. E se l’azienda gestisce strumenti più evoluti di produttività condivisa, come network interni, wiki ed altro, allo stesso modo si può dedicare del tempo prezioso per porre attenzione alla modalità con cui le persone impiegano il proprio tempo e quello dei colleghi.

Invece che dare la caccia e lamentarsi dei cattivi comportamenti, stimolare la consapevolezza dell’efficacia con cui si gestisce la risorsa più scarsa che un’azienda ha, il tempo delle proprie persone, è potenzialmente una delle più grandi leve di creazione di valore a disposizione dell’azienda.

Se vogliamo poi migliorare la consapevolezza nostra e dei nostri collaboratori, cerchiamo spunti che ci aiutino a comprendere come domare questi strumenti: un post interessante a questo proposito si trova nel sito di Luigi Mengato.

Commenti

commenti

Tag:, , , ,